Terme di Castrocaro

castro1Terme di Castrocaro
viale Marconi 14/16
47011 Castrocaro Terme FC

tel 0543 412711   numero verde 800 017931

www.termedicastrocaro.it
terme@termedicastrocaro.it

 

  Print This Page Print This Page

Acque Termali: Salsobromoiodica e Solfurea, Fanghi  a maturazione naturale

Terme convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale : ASL INAIL INPS

Vicino a Forli, sulle prime colline, in un ricco parco botanico di 8 ettari, le Terme di Castrocaro sono state inaugurate nel 1838.
Il complesso termale è composto da 3 splendidi edifici che riportano ai fasti degli anni 30: il Grand Hotel delle Terme, il Padiglione delle Terme,  Il Padiglione delle Feste sorti in questo luogo grazie alla presenza di acque termali e preziose.

Note fin dai tempi antichi per le proprietà benefiche dei fanghi, oggi le Terme offrono settori specialistici dedicati  alla salute:un reparto pediatrico per le cure inalatorie, un reparto per le cure reumatiche, respiratorie, ginecologiche, vascolari. Un reparto dedicato alle Tecniche Riabilitative che utilizza acqua termale e fisioterapia per il raggiungimento di alti livelli di benessere.

Inoltre, La Clinica del Ben Essere che unisce trattamenti estetici, prestazioni sanitarie e servizi termali.

 

Soggiorni e Hotel
l’accoglienza alle Terme di Castrocaro è  sinonimo di
Grand Hotel delle Terme****  tel 0543 767114 www.termedicastrocaro.it
Dotato di ampi spazi e grandiose vedute: tre splendidi edifici inseriti in un parco botanico di 8 ettari.
Piccoli privè, accoglienti sale di ristorazione, imponenti scaloni. In un percorso che assume i toni dell’onirico tra la storia, l’art decò e la creatività dell’architetto, progettista e decoratore Tito Chini.

Cure Termali in convenzione con il Sistema Sanitario Nazionale

 

castro3

Bimbi in piscina termale:

le acque termali delle Terme di Castrocaro  permettono l’accesso dei bimbi nelle piscine a partire dai 14 anni.

Pacchetti Benessere in promozione 

 

castro2  

Visualizza Pacchetti Benessere

 

Vacanze e Turismo a Castrocaro Terme e Terra del Sole

 castro4 Castrocaro Terme e Terra del Sole
Il Comune di Castrocaro Terme e Terra del Sole conserva uno straordinario patrimonio storico e architettonico riconducibile allo sviluppo e al ruolo di grande prestigio che interessarono la località a partire dal Medioevo.
Il centro storico di Castrocaro è ancora chiuso nei suoi tre giri di mura.
Terra del Sole, a un km di passeggiata sul Viale, sorse ex novo alla fine del 1500, tutt’ora integralmente conservata, fu concepita secondo maturi canoni rinascimentali per rappresentare lo “spazio simbolico” della rappresentazione del potere signorile. 
Da non perdere a Castrocaro Terme e Terra del SoleLa Fortezza di Castrocaro
Integrata con il paesaggio, pare quasi che la Fortezza completi il disegno e la fisionomia della rupe, con la quale è diventata un’unica entità. I colori e i materiali si sono legati indissolubilmente tra loro, dando luogo ad un irripetibile connubio di architettura fortificata legata all’ambiente circostante. La Fortezza è composta da tre distinte opere architettoniche e difensive; il Girone, la Rocca e gli Arsenali medicei.

Castello del Capitano delle Artiglierie

Il Castello ha forma angolata e stellare ed è coronato dal ballatoio, ad uso della sentinella della ronda. Al suo interno si trovano: il Quartiere del Capitano, con soffitti lignei splendidamente dipinti; la galleria d’attraversamento intersecante quella della Porta, che consentiva alla guarnigione di spostarsi da un bastione all’altro; il Corpo di Guardia “di notte” e quello “di sosta”.
Il Castello è circondato da un parco pensile dove si può ammirare anche un giardino di “frutti antichi”.

Palazzo del Governatore
Sede del doganiere dopo il disarmo del 1772, presenta un impianto caratterizzato da corpi avanzati e spigolati a stella a difesa dai colpi di cannone. Comprende il Quartiere del Capitano, la galleria d’attraversamento, il Corpo di Guardia “di notte” e quello “di sosta”, il magazzino del salnitro, delle palle da cannone e dei cavalletti da spingarde. Di proprietà pubblica ospita nell’ammezzato l’Archivio Storico Comunale, ricco di 1500 filze, comprendente gli atti del tribunale di prima istanza il cui più antico documento risale al 1490. Qui si conserva quasi per intero l’Archivio criminale della Provincia della Romagna toscana, forse l’archivio criminale più completo in Italia.
 
Tratto da visitcastrocaro
 Itinerari nella Natura:
La splendida cornice di Castrocaro Terme e Terra del Sole, offre agli amanti dello sport e della vacanza attiva, innumerevoli occasioni per assaporare appieno il proprio tempo libero tra natura e sentieri mozzafiato.
Lungo la Valle del Montone si trovano infatti, diversi itinerari immersi nella quiete dei boschi dell’Appennino tosco-romagnolo, ideali per gli amanti delle passeggiate, del trekking, della mountain bike e dell’equitazione.
Il territorio di Castrocaro è caratterizzato da una grande varietà di paesaggi che gli appassionati di trekking, mountain bike, ippoturismo e cicloturismo non potranno che amare. Con campi da tennis, campi da golf, palestre e piscine, Castrocaro è in grado di offrire numerose attività sportive all’aria aperta e al chiuso.

Giro dei tre passi: Centoforche, Tre Faggi e Muraglione
Un percorso di 105 km ricco di tornanti e salite da superare a cominciare dalla cima del Colle delle Cento Forche fino ad arrivare al Muraglione. Da Castrocaro Terme seguire le indicazioni per Dovadola e Rocca San Casciano. Giunti a Rocca San Casciano, prima del ponte girare a sinistra per Galeata e San Zeno. Dopo alcune centinaia di metri la strada inizia a salire per circa 6 Km per giungere alla cima del colle Centoforche (m 551 s.l.m.). Dopo la discesa all’incrocio con la SS 9 ter (Strada San Zeno), svoltare a destra per Premilcuore. Oltrepassare il paese e proseguire sulla strada statale. Dopo 4 Km (superato il bivio di Fiumicello) sulla dx c’è una fontana. La strada continua a salire per 10 Km fino a giungere al Passo dei Tre Faggi dove comincia la discesa fino alla SS 67. All’incrocio svoltare a destra dove si affrontano gli ultimi tornanti (Km 3) fino al Passo del Muraglione. Da qui inizia la scorrevole discesa, attraversando San Benedetto, Bocconi, Portico di Romagna, Rocca San Casciano e Dovadola si torna a Castrocaro Terme.Percorso: Castrocaro Terme – Rocca San Casciano – Centoforche – Bivio San Zeno – Premilcuore – Passo dei Tre Faggi – Bivio SS 67 – Passo del Muraglione – San Benedetto in Alpe – Rocca San Casciano – Castrocaro TermeEscursioni a Cavallo
Per chi vuole provare il piacere dell’equitazione, è possibile rivolgersi all’agriturismo “Monticino”, che offre guide per escursioni oltre che a piedi e in mountain bike anche a cavallo.
I percorsi continuano…qui 

 

Il Cibo: l’arte e la cultura nei piatti

 

“basta la passione, molta attenzione e l’avvezzarsi precisi: poi scegliete sempre per materia prima roba della più fine, ché questa vi farà figurare” Pellegrino Artusi.

 

mappa igp 2013 ravennaSiamo in provincia di Forli Cesena, vicini a Forlimpopoli (18 km), città che diede i natali a Pellegrino Artusi, e oggi sede di CasaArtusi il centro di cultura gastronomica.
Nella zona di Castrocaro, la tavola è impreziosita dal Tartufo Bianco della zona e ovviamente si gustano poi i prodotti di eccellenza del territorio, contrassegnati dal marchio  D.O.P e IGP della Provincia di Forlì Cesena: Grana Padano, Salamini Italiani alla Cacciatora, Patata di Bologna DOP, Squacquerone di Romagna, Cotechino di Modena, Mortadella Bologna,  Pesca e Nettarina di Romagna, Scalogno di Romagna, Vitellone Bianco dell’Appennino centrale, Agnello del Centro Italia, Formaggio di Fossa di Solignano, Olio extravergine di Oliva delle Colline di Romagna, Olio Extravergine di Oliva di Brisighella Salame Cremona, e dal 4 novembre 2014 anche la Piadina Romagnola.

 tratto da Provincia di Forli-Cesena

I vini DOC e IgT della zona che coi loro sapori e profumi accompagnano i piatti:

Albana di Romagna, Albana di Romagna Spumante, Bosco Eliceo, Colli Bolognese, Colli Bolognesi Classico Pignoletto, Colli di Romagna Centrale, Colli di Faenza, Colli di Rimini, Sangiovese di Romagna , Cagnina di Romagna, Pagadebit di Romagna, Ravenna IGT, Rubicone, Sillaro, Trebbiano di Romagna.

I vini a Denominazione di Origine Controllata della provincia sono tutelati  dalla provincia di Forli-Cesena. Tratto da Provincia di Forli Cesena