Bimbi: prevenzione e cura alle Terme

bimbocapellino

Il beneficio apportato dalle cure termali è esteso a numerose malattie ed il Ministero della Salute con decreto ha elencato le patologie che traggono beneficio da tale mezzo terapeutico così da regolamentare l’ accesso alle cure in convenzione con il S.S.N.

Nei reparti di cura dei centri termali si erogano diverse tipologie di trattamenti come fanghi, bagni, massaggi, cure inalatorie e anche le cure per la cosiddetta sordità rinogena, termine impreciso ma ormai entrato nell’ uso e che identifica un deficit uditivo per lo più transitorio ma ricorrente che accompagna un’ otite media secretiva (catarrale).

Le condizioni dell’ orecchio affetto da otite catarrale cronica sono legate al ripetersi di raffreddori prolungati e al conseguente coinvolgimento patologico della tuba uditiva che così “ non protegge ” l’ orecchio dall’ attacco di agenti patogeni di derivazione ambientale.

Come è noto i più colpiti sono i bimbi specie in età prescolare a causa di un sistema immunitario ancora non completamente sviluppato e perché sofferenti per condizioni morbose come ad esempio le irregolarità del setto nasale, l’ iperplasia adenoidea e l’ allergia nasale.

Poiché le otiti catarrali ricorrenti risultano determinate dal concorso di fattori diversi, occorre tener presente che l’ associazione di diverse terapie si rivela utile e che di solito è necessaria una notevole perseveranza nel continuare a ripetere le cure anche quando la situazione fosse chiaramente migliorata, allo scopo di evitare facili ricadute.

In questa ottica particolarmente indicato è il trattamento termale che associa i tre momenti fondamentali dell’ assistenza sanitaria: prevenzione, cura e riabilitazione.
La crenoterapia rappresenta la forma più antica di terapia medica il cui utilizzo risale a circa 2000 anni fa e l’ impiego costante negli anni ne testimonia l’ efficacia, oggi comprovata anche dagli innumerevoli lavori scientifici che la Fondazione per la Ricerca Scientifica Termale (FORST) sta svolgendo da anni con i migliori centri di ricerca italiani ed esteri.

Il ciclo di cura della sordità rinogena prevede 12 inalazioni e 12 insufflazioni oltre ad esami strumentali specifici.  Le acque utilizzate nel trattamento delle otiti catarrali sono le acque salsobromoiodiche magnesiache e le solfuree applicate tramite insufflazione tubarica o politzer;
quest’ ultimo-indicato nei bimbi- consiste nell’ invio di gas solfureo in pressione nella tuba e nell’ orecchio medio tramite una piccola olivetta posta in fossa nasale e ciò allo scopo di riventilare l’

orecchio medio e “sciogliere le secrezioni catarrali”. Il ciclo di cura può essere personalizzato, ed è da ripetersi una o più volte all’anno specie nei bimbi con infezioni respiratorie ricorrenti.

Dr  Paolo Antonelli
medico specialista in Otorinolaringoiatra

Posted in cure termali convenzionate, salute e benessere dei bimbi | Commenti disabilitati su Bimbi: prevenzione e cura alle Terme




Comments are Closed