Autunno: curare le otiti di adulti e bimbi

bimbiotiti

L’autunno è arrivato: curare le otiti di adulti e bambini alle Terme

Gli sbalzi di temperatura con pioggia e vento che si alternano a giornate di sole lo confermano, l’autunno è arrivato!

Ad accompagnarlo una ricca sintomatologia in particolare a carico delle alte via respiratorie, che in questo periodo può mettere a dura prova il fisico. Fra i soggetti più colpiti vi sono certamente i bambini, con problematiche quali l’otite.

 

Per il trattamento delle patologie dell’orecchio affetto da otite catarrale cronica le cure termali presso le Terme dell’Emilia Romagna si dimostrano essere un valido aiuto in grado di apportare numerosi benefici: le ricche acque termali presentano infatti caratteristiche ottimali per contrastare l’insorgenza o il peggioramento della malattia.

Connessa al ripetersi di raffreddori prolungati ed al conseguente coinvolgimento della tuba uditiva che così non “protegge” l’orecchio dall’attacco di agenti patogeni esterni, l’otite catarrale cronica colpisce specialmente i bimbi in età prescolare a causa di un sistema immunitario non ancora completamente sviluppato.

Essendo determinata dal concorso di fattori diversi, per debellare la malattia è utile l’associazione di differenti terapie ed è necessaria una notevole perseveranza nel ripetere le cure, anche quando la situazione risulta migliorata, allo scopo di evitare facili ricadute.

In questa ottica è particolarmente indicato il trattamento termale presso le Terme dell’Emilia Romagna, che associa i tre momenti fondamentali dell’assistenza sanitaria: prevenzione, cura e riabilitazione. La crenoterapia rappresenta la forma più antica di terapia medica il cui utilizzo risale a circa 2000 anni fa e l’ impiego costante negli anni ne testimonia l’ efficacia, oggi comprovata anche dagli innumerevoli lavori scientifici  che la Fondazione per la Ricerca Scientifica Termale (FORST) sta svolgendo da anni con i migliori centri di ricerca italiani ed esteri.

Il ciclo di cura della sordità rinogena prevede 12 inalazioni e 12 insufflazioni o politzer oltre ad esami strumentali specifici, e nel trattamento delle otiti catarrali prevede l’utilizzo delle preziose acque  olfuree, applicate tramite insufflazione tubarica o politzerterapia; quest’ ultimo metodo, indicato nei bambini, consiste nell’invio di gas solfureo in pressione nella tuba e nell’orecchio medio tramite una piccola olivetta allo scopo di sciogliere le secrezioni catarrali. Il ciclo di cura può essere personalizzato, ed è da ripetersi una o più volte all’anno specie nei bimbi con infezioni respiratorie ricorrenti.

I cicli termali possono essere effettuati in regime di convenzione con il SSN semplicemente presentando al centro termale la prescrizione del medico o pediatra di base.

Con il contributo del Dr.Paolo Antonelli,

medico specialista in otorinolaringoiatra

Posted in salute e benessere dei bimbi | Commenti disabilitati su Autunno: curare le otiti di adulti e bimbi




Comments are Closed